..Una delle città più belle d'Italia. Addentrarsi nei luoghi del mito e della storia, gustare la miglior pizza. Meravigliarsi delle antiche città ritrovate di Pompei ed Ercolano. Immergersi nel verde di un parco e visitare una delle regge reali della napoli borbonica.. Questo e altro nei miei itinerari..

CHI SONO


Questo blog nasce come diario in cui racconto le mie esperienze e le mie emozioni nello svolgere il mio lavoro di Guida Turistica della Regione Campania

Il blog per alcuni anni ha funzionato come web site per prommuovere tours & itinerari. Dal 2015 visitare Napoli torna ad essere un blog di attualità partenopea e cede il suo posto al più moderno Sito Web "DISCOVERING NAPOLI" (www.campaniaguidedtours.com ) dove potete trovare tutti i servizi per le vostre visite guidate , eseguite da guide turistiche abilitate e professionisti del turismo

martedì 29 novembre 2011

DA SAN GENNARO A PULCINELLA.. PASSANDO PER CARAVAGGIO! La napoli del seicento.

Il seicento Napoletano è un periodo fortemente complesso, fonte di incredibili novità dal punto di vista artistico con l'arrivo di Caravaggio in città. E di tumulti e speranze con la rivoluzione di masaniello e la costruzione della cappella del Santo Padrone, San gennnaro.



Sullo sfondo però c'è il Vesuvio, dove pulcinella vede la sua prima alba..

L'itinerario Parte dalla cattedrale di Napoli ,proseguendo per il Pio monte della misercodia  dove nella barocca chiesa è custodito ,  uno dei più bei quadri di Michelangelo Merrisi."Le sette opere delle misericordia.
L'itinerario proseguirà poi per spaccanapoli fino ad arrivare in un un nuovissimo museo , la casa di Pulcinella dove ci sarà una visita guidata al museo, tenuta dall'attore stesso con performance teatrale.
Vi è inoltre la possibilità di prenotare un pranzo con prodotti tipici locali stesso all'interno nella struttura in un'apposita sala.

*Per le scuole elementari o medie, il Pio monte della misericordia può essere sostituito con la copia caravaggesca della flaggellazione in San Domenico maggiore.




 é incluso: il servizio guida durante il tour.

sono esclusi: gli ingressi ai siti del Pio monte della misericordia 5.00€ e la casa museo di Pulcinella 3.00€
Info & prenotazioni:

Dott. Fabio Comella.
Telef. 333/5605637
Email: fabiocomella@alice.it


domenica 27 novembre 2011

NATALE A NAPOLI 2011


 Napoli si racconta tra innovazione e tradizione, tra sacro e profano. 44 concerti, 10 rappresentazioni teatrali, visite guidate ogni week end, 23 mostre e oltre 60 performances tra artisti di strada, guarrattele e posteggia, 2 piste di pattinaggio, di cui per la prima volta una allestita al Centro Direzionale. Questi i numeri del Natale a Napoli 2010, un racconto che si snoda dall’otto dicembre fino al sei gennaio, composto da fiere natalizie, artisti di strada e spettacoli all’aperto, animazione per bambini e concerti all’interno di siti culturali.

è possibile inoltre  organizzare Tours per gruppi di turisti con guida autorizzata o prenotarsi per la "tombola napoletana"una cena spettacolo che si svolge in uno storico palazzo del centro antico di Napoli.(effettuabile per gruppi di 50 persone)
Info:333/5605637-fabiocomella@alice.it

giovedì 10 novembre 2011

NAPOLI, UNA POESIA DA RACCONTARE E VEDERE

Erri De Luca, scrittore, traduttore e poeta ci racconta e lascia immmaginare, con la sua eleganza, e il suo stile cadenzato una delle città più belle e controverse tutta da scoprire e rivalutare...Napoli.


mercoledì 9 novembre 2011

THE MYSTERIOUS NAPLES :CAPPELLA SAN SEVERO



A misteryous chappel of 17°century..Wizards, masons, arts and much over again! Come to discovery what's true and what's just a legend!

 A walking tour in some  ancient streets where some gosts legends are still alive!
http://www.youtube.com/watch?v=GTeIdgHfKAc

If you're interested ,please contact me to my email address:fabiocomella@alice.it


martedì 1 novembre 2011

NAPLES,AMONG STEREOTYPES,TRUTH AND ARTS-NAPOLI, TRA STEREOTIPI, VERITà E ARTE

What is Naples? Naples is a  great city!one of the most beatiful cities in italy!
I can't tell about naples in few lines,or just in a blog. Naples is tobe  discovered!
Churches, museums, castles, parks, ancients villas, landscapes,food, the sea , a beatiful weather (o' sole , o mar)

 Is Napoli (naples) so dirty?is it so dangerous?I live in naples, I know the good things and the bad things and trust  me it's just like  the others big cities , napoli has the same problems, nothing more or nothing less. So I'd like to hand over to some my english and american friends who lived or have been living here like Emma D. and Tracy L.


Emma was in erasmus in napoli last year(2010)and she wrote:

    • "As an English girl living for the first time in Naples, it was a given that I would find it a shock. Prior to my departure I found myself dismissing on a regular basis the usual worried litany of well meaning people (‘camorra, rubbish, crime, dirty, spoilt’) with an affected nonchalance. But when I really did board the plane, the months of reassuring people that yes, I would be fine, and no, I wouldn’t be shot had started to wear me down, and I actually was a little worried. I found a room in the Pignasecca, one of Naples more ‘bustling’ spots, bustling used here as a euphemism for ‘knocked down every five minutes by a 9 year old riding a moped while being stampeded by old women scuffling to buy tomatoes and tripe.’ I swiftly learnt that I would have to ditch my English politeness if I ever wanted to get served in the bakery; if you don’t yell, you may as well starve.
      Naples is beautiful. You can’t deny it; it’s just a beauty that happens to be decayed, graffitied on, and sometimes drowned in piles of rubbish. Or maybe the chaos plays a part in this beauty. It’s hard for me to settle on a favourite place, because I found myself enchanted on a daily basis by new discoveries, in Naples and the surrounding region. The Campi Flegrei for its startling landscapes, and thermal springs; the Islands (tiny Procida and larger, almost tropical Ischia), Vesuvius itself looming above the bay, the craggy, town-studded Amalfi coast ( and the list could go on…). In Naples itself I was first struck by the narrow streets of the centro storico, the view of the bay from Vomero, the lungo mare and its Castel del’Ovo, and the Quartier Spagnoli with its fluorescent-lit shrines lighting the way to the shabby elegance of the Piazza del Plebescito. The Pignasecca will always stay with me, as it’s where I learned to shop and eat like a Neapolitan."

      Here are a couple of pictures she took there














      Tracy is a my american friend, she's working an american base here and before leaving for napoli she wrote on her blog:

      " I still can’t believe I’m going to live here! I can’t wait!

      and above she put this picture of vesuvius with the writing:


      "This is the Bay of Naples with Mt Vesuvius in the background...isn't it beautiful!?!?!? "

      Emma made friends with a lot of italians(neapolitans people)she joined in some parties organized by neapolitan erasmus organization, we spent some days to the beache and actualy  she miss me


      Tracy has became one of my best friend I love her and we spend  almost every week
       end togheter


      So don't be afraid and come to see with your eyes my wonderful town! ;)


venerdì 23 settembre 2011

WALKING TOURS FOR TOURISTS IN NAPLES-Napoli Passeggiate turistiche.

Hallo folks!

Today I reminde you my facebook fan page called" VISITARE NAPOLI" (walking tours in naples) where I post pictures, short videos and news about Naples and the Campania region!
 So don't be shine, become fan of my page and especially..don't hesitate to contact me if you need a  licensed guide! ;-)



http://www.facebook.com/pages/Visitare-Napoli/109991232365651?

martedì 20 settembre 2011

LA NAPOLI DELLE BOTTEGHE E DEI PRESEPI

Napoli per le feste Natalizie diventa la città del presepe, fra le vie di un po' tutta la città, nelle chiese, in luoghi pubblici, vengono esposti quelli che sono veri e propri gioielli della tradizione e dell'arte partenopea.

 Il presepe, le bancarelle, i fornai , gli zampognari le suggestive stradine e i gioelli delle chiese barocche diventano un must da non poter perdere durnate il periodo natalizio!



Ma cosa vedere a Napoli?in effetti ci sono tante cose e per farlo bisognerebbe soggiornarvi per almeno 4 giorni interi. Per chi è interessato ho creato un'itinerario che comprende i siti più belli e salienti da vedere nel periodo natalizio, la"napoli delle botteghe e dei presepi":
 

L'itinerario prende vita da una centrale e poco conosciuta chiesa situata nelle via dello shopping,la via toledo dove è conservato un bellissimo presepe meccanico, ci si muoverà poi verso la città antica percorrendo la piazza principale e i suoi monumenti, destinazione San Gregorio armeno e nel cammino..una sosta golosa di prodotti tipici natalizi! ;)

Se la cosa vi intriga, vi prego non esitate al contattarmi ai miei recapiti:

Nel frattempo ecco qui un assaggino di quello che vi aspetta!






NAPOLI CITTà DA...NATALE!

Quando si parla di Napoli si pensa al sole,al mare ,al  mandolino, la pizza  e perché no, "a munnezz"! (che, fortunatamente,ringraziando il nuovo sindaco, non abbiamo più!)
Insomma Napoli  come città solare, una città estiva, da scampagnata primaverile anche, accompagnata dai soliti stereotipi, belli o brutti che siano.
Pochi invece, forse sanno che uno dei più bei periodi per visitare la città è proprio quello natalizio.


Tantissimi infatti sono i mercatini natalizi che si tengono in tutta la città mentre adobbi , luci colorate e persino caldarrostai immergono i passanti in un'atmosfera da favola. Soprattutto celeberrima è la "via dei presepi",San Gregorio Armeno, visitata ogni anno da centinaia e centinaia di visitatori dove stands di artigiani locali espongono  presepi,statuine di personaggi famosi, attuali e non insieme ai  pastori più belli tutti fatti a mano seguendo una tradizione che dura dai tempi dei Borbone!







 La sacra famiglia con..un giocatore del napoli.







 Berlusconi e la Brambilla




E del cibo? Pizza, caffè e limoncello  sicuramente li conoscete! Ma.. struffoli,roccocò e mustaccioli???Ebbene sono i dolci tipici napoletani buonissimi da assaggiare e gustare nelle numerose botteghe di pasticcieri e fornai che circondano il centro antico della città!












Insomma signori se con queste poche righe ho attirato un pò della vostra curiosità vi invito a partecipare al mio "itinerario natalizio "LA NAPOLI DELLE BOTTEGHE E DEI PRESEPI"! ;-)

http://fabiocomella.blogspot.com/2011/09/la-napoli-delle-botteghe-e-dei-presepi.html

Leggi anche NATALE NAPOLI 2016 clicca qui










domenica 28 agosto 2011

POMPEII GUIDED TOURS: How visiting the excavation

LEGGI VERSIONE LA VERSIONE ITALIANA

Pompeii, the province of beautiful Naples in the region of Campania, is one of the most ancient cities in the world and the only one, along with Herculaneum, still preserved as it was in  Roman times..
Pompeii was founded 2000 years ago by a local population and became very famous during Roman times.
Discovered recently, it is one of the most visited archaeological sights in the world!


Nowadays, we must distinguish the ancient town from the new town which stands up above the first.

Visiting Pompeii is a great experience! You can walk  the same streets as the ancient Romans did. You can touch and feel the same senses they had living there 2000 years ago. You can join in their traditions. But visiting the city is not easy. The city is 8 miles in size! And furthermore, there are no street signs. Many tourists end up getting lost in the streets. This is the main reason why most visitors ask for a guide.
I am a professional and licensed guide. I have been working here for 6 years and I am used to showing people the best of the city in only a couple of hours and ending the tour with a refreshing shot of limoncello!
So…don't hesitate…contact me to reserve your tour in the most famously preserved city of Romans times in the world!Just send an email to fabiocomella@alice.it

CONTACTS:
Email : fabiocomella@alice.it
Phone : +39 3335605637
Skype: dydguideinnaples

P.S. I want to give  you a present…here is a video of a famous professor - Mary Beard! Now you can watch what's wait for you!

DISCOVERING NAPOLI
Guided Tours in Campania region
www.campaniaguidedtours.com



venerdì 12 agosto 2011

LE ANTICHE CITTà(NON) PERDUTE,BAIA E POZZUOLI

Terra di mito, storia e paesaggi mozzafiato, i Campi flegrei con le antiche città di Misenum e Dicearchia.

Città di leggende, archeologia e mito.Come non pensare all'ararldo di Enea o alla flotta imperiale di Augusto se parliamo della prima, o ancora a Virgilio, le sue sorgenti magiche  e i Titani se parliamo della seconda.
In questo bel video tratto da superquark avremo modo di conoscere meglio 2 città che nulla avevano da invidiare alle altrettanto belle ma più famose  Pompei ed Ercolano..Ragion per cui vi invito a visitarle insieme a me contattandomi ai mei recapiti! ;-)







domenica 19 giugno 2011

NAPLES: NO MORE GARBAGE BUT..

Hallo everybody,
I'm glad to paste an article wrote by an american tourist who spent his vacation here.

I'm glad be cause he doesn't talk about  the  stereotypes of Napoli as the trash or a  as an dangerous city but tell about his feelings and  the most and  the less known places to visit

Here it's! ;)

http://frugaltraveler.blogs.nytimes.com/2011/06/07/naples-must-sees-and-see-what-happens/?scp=1&sq=naples%2C+italy&st=cse




lunedì 30 maggio 2011

La Regione Campania: Cosa vedere e visitare.

Si tratta di una delle aree geografiche più apprezzate per storia, arte, cultura e paesaggi.
Da sempre territorio ambitissimo  fin dai primi conquistatori  greci ,ancora attraverso i secoli con la ricca corte angioina e,passando per il Gran Tour del XVIII e il periodo borbonico  con il quale la regione (e tutto il meridione in generale) diventa principale polo culturale, artistico ed economico, ospitando quella che all'epoca era la capitale di uno dei regni più ricchi ed importanti del mondo, Napoli° Oggi giorno, la regione Campania è una delle regioni più belle e ricche d'Italia per il suo enorme patrimonio storico-artistico- paesagistico che presenta. è la regione italiana con il maggior numero di beni inclusi in un sito UNESCO (13), e, dopo la Toscana e insieme alla Sicilia, è la regione con il maggior numero di siti riconosciuti dall'UNESCO Patrimonio dell'umanità (5 dei 45 totali).

Nel 2010, il Vesuvio è stato candidato come "bellezza naturale italiana" per partecipare alla votazione che decreterà le sette meraviglie del mondo naturale.[11]

Nel 2012 Napoli ha ospitato L'AMERICA'S CUP
Nel 2013, a Napoli si svolgerà il IV Forum Universale delle Culture[12]. Per la sua complessa storia la città è stata più volte candidata dal governo come probabile sede di istituzioni europee e/o organismi internazionali
Infine ecco un video con cui potete fare un piccolo"viaggio" all'interno di queste meravigliose bellezze!




Info Tours e itinerari:
DISCOVERING NAPOLI
Tel 333/5605637-Email: fabiocomella@alice.it


venerdì 22 aprile 2011

MARTEDì IN ARTE!




    • Prosegue l’appuntamento serale- l’ultimo martedì di ogni mese- al Museo di Capodimonte e alla Certosa e Museo di San Martino. Ingresso gratuito e apertura dalle ore 19,00 alle ore 23,00. Una manifestazione sperimentata con successo lo scorso anno, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali, nell’ottica di promuovere la fruizione del patrimonio museale, valorizzando le collezioni permanenti e coinvolgendo un pubblico sempre più numeroso.


      Museo di Capodimonte- Armeria

      ore 20,30 - ‘Le armi del Cavaliere giostrante’
      visita alla mostra a cura di Umberto Bile
      ore 21,00 - ‘Armeria farnesiana-borbonica’
      visita a cura di Antonio Tosini

      Il fantastico mondo delle giostre cavalleresche rivive in questa esposizione di pregevoli armi e armature, che ci rimanda alle antiche vicende della Congregazione dei cavalieri d’arme, fondata a Palermo nel 1565.




      Certosa e Museo di San Martino

      Ore 21 - ‘Fortezza di Castel Sant’Elmo e Certosa di San Martino: il plastico del duca di Noja’
      visita a cura del coordinatore all’accoglienza

      Un affascinante modello in legno, sughero e gesso dipinti che Giovanni Carafa Duca di Noja commissionò e che , negli anni, è stato fonte di riferimento per gli interventi di restauro.

lunedì 11 aprile 2011

NAPOLI CANZONI E MONUMENTI

Una bellissima panoramica dei siti più famosi della città di Napoli accompagnata da antiche canzoni classiche del repertorio partenopeo

NAPOLI , CAPRI E LA COSTIERA, TRADIZIONE CULTURA E COLORI

Una veloce presentazione di cosa offre la  Campania in un video breve ma affascinante






domenica 3 aprile 2011

WHERE THE PIZZA WAS BORN: NAPLES


Combine an exciting; visit  to the city with an amazing pizza and drink at just 12.00€ each!
Contact your licensed guide, contact me! ;-)


NAPLES AND VESUVIUS

 Recently, I've  realized that my blog has some american visitors despite the language is italiano.

So this video is just for you lovely friends! and if you need a guide..you know how contact me!


Recentemente mi sono accorto che il mio blog pur essendo in italiano è visitato anche dagli States
è per loro quindi che publico questo (ma anche altri ) video(s)


domenica 20 marzo 2011

MAGGIO DEI MONUMENTI 2011

Salve a tutti!
Anche quest'anno il maggio dei monumenti è alle porte  e prima di riportarvi l'intervista rilasciata  dall'assessore al turismo e grandi eventi del comune di Napoli vi preannuncio due chicche!La prima il "maggio" inizierà una settimana prima del consueto.La seconda è che è il Tema centrale è la musica e lo spettacolo! Più che mai quindi.i vi ricordo e ben si incastra in questa edizione,l''itinerario-spettacolo della "POSTEGGIA"!!! 
Itinerario abbinabile anche con i seguenti spettacoli:
"ATiempo Antico"
"Napulèfemmena"







Ma ora bando alle ciance e vediamo di che si tratta questo nuovo maggio dei  monumenti napoletano.

"Nel corso della presentazione della Campania delle eccellenze, alla BIT di Milano, il Comune di Napoli ha presentato la prossima edizione del Maggio dei Monumenti. “Il Maggio a Napoli comincia ad Aprile” è il claim scelto per la prossima edizione di uno dei principali appuntamenti turistici della città di Napoli, che quest'anno è giunto alla sua XVII edizione.
Ma Il Maggio comincia ad Aprile non è solo uno slogan; è l'idea di fondo che supporta questo evento, che dal 22 aprile al 29 maggio per tutti i week end vedrà la città animarsi di spettacoli, visite guidate gratuite, rassegne cinematografiche, performances di danza e tanto altro, oltre alle consuete aperture straordinarie al pubblico di alcuni monumenti normalmente non visitabili. 
"Quest'anno abbiamo voluto espandere il Maggio – spiega l'assessore al Turismo e Grandi Eventi del comune di Napoli Maria Grazia Pagano – anche in virtù della vicinanza alla Pasqua. Il nostro principale appuntamento con la valorizzazione del patrimonio artistico e museale comincia una settimana prima, e continuerà con appuntamenti ad hoc che si terranno tutti i fine settimana. Il filo rosso che legherà le nostre iniziative è la musica, che sarà il denominatore comune di queste cinque settimane. La nostra città – continua l'assessore – come ogni anno saprà accogliere al meglio i tanti turisti che, nonostante le difficoltà che a volte Napoli attraversa, mostrano comunque di appezzare l'enorme offerta d'arte, storia, monumenti, enogastronomia, che solo Napoli sa dare. Il brand della nostra città, che si è formato grazie a secoli di storia, musica, arte e alle suggestioni legate al grand tour, è unico e ancora fortemente attrattivo".  
Gli eventi del Maggio coinvolgeranno come sempre i luoghi più suggestivi della città: i suoi monumenti più ricchi di storia, le piazze davanti ai palazzi nobiliari ma anche i vicoletti del centro storico. Si comincia proprio il 22 aprile, week-end di Pasqua, con un percorso affascinante nella musica, tra chiese, piazze, cortili, palazzi, teatri, architetture che diventano palcoscenico accogliente per una grande platea nei giorni delle festività pasquali e nei fine-settimana del mese di maggio. Concerti di musica classica e di musica contemporanea affidati a solisti ed ensemble, il mito della canzone napoletana del settecento e dell’ottocento, i nuovi interpreti delle melodie più note e gli interpreti delle nuove tendenze, la memoria del cinema napoletano dedicato ed ispirato alla canzone napoletana, la canzone “di giacca”, il varietà ed il cafè chantant, il jazz, la posteggia, e tutto quanto “fa musica” per vivere un appuntamento di spettacolo unico. Alla musica si intreccia la danza, con gli spettacoli compresi ne “La giornata Mondiale della Danza”, istituita nel 1982 dall'Unesco per festeggiare la danza nel mondo.
Quest'anno la manifestazione, su richiesta del comune di Napoli, è stata spostata proprio per andare a comporre quel mosaico di eventi e spettacoli che è il Maggio 2011. La “Giornata” è ormai un format collaudato che attrae appassionati da altre città italiane e straniere, e coinvolge, oltre che target differenziati per età, sesso, formazione ed interessi, anche il mondo della cultura e dello spettacolo, e varie sedi in cui si è coniugato con altre discipline come la musica, il cinema, la fotografia ed il teatro."

mercoledì 23 febbraio 2011

LA NAPOLI NASCOSTA:LA CITTà ROMANA,Itinerario Teatralizzato


La “napoli nascosta”è la Napoli che non si vede, la napoli che sfugge all'osservatore ignaro delle miriadi di testimonianze custodite nel suo ventre..




Visita ad alcune delle più belle chiese del centro antico di Napoli, passeggiando per la via dei presepi arriveremo nella”città romana” dove a una profondità di  sei metri sottoterra gli attori vestiti da antichi romani mostreranno le antiche botteghe..

Alla fine del Tour è previsto un'assaggio gratuito di limoncello


LA NAPOLI NASCOSTA: LA POSTEGGIA!!! :D


La “Napoli nascosta”è la Napoli che non si vede, la napoli che sfugge all'osservatore ignaro delle miriadi di testimonianze custodite nel suo ventre..




Un itinerario interessante , divertente e originale!
Visita al centro storico di Napoli, soffermandoci su una delle più originali e macabre chiese..Scenderemo nei sotterranei dell'ipogeo dove sono custodite i teschi delle anime purganti

.Il tour si conclude con lo spettacolo di posteggia ,situato in un  teatrodel centro antico,  che coinvolgerà i partecipati allo show con antichi strumenti musicali napoletano come il triccheballachè, lo scetavajasse e tamburrelle
Il pubblico inoltre potrà richiedere le sue canzoni preferite tra il repertorio classico napoletano (O' sole mio, Torna a Surrient,Regginè , O surdat nnamurat e tantissime altre ancora creando un connubio tra spettatore e artista che non mancherà di divertirvi!
Alla fine dello spettacolo assaggio gratuito di prodotti locali!




Durata 3h:30

Prenotazione per per gruppi non inferiori a 20 persone

Per contatti:  Dott. Fabio Comella




martedì 22 febbraio 2011

lunedì 21 febbraio 2011

IL CULTO DEI MORTI:CHIESA DEL PURGATORIO AD ARCO

Il teschio presente all'interno della chiesa opera di D.Lazzari.


Uno dei siti che mi piace mostrare nei miei  itinerari è la cosidetta chiesa del Purgatorio ad arco meglio conosciuta dal popolino come chiesa delle anime pezzentelle..
Situata nel cuore della parte più antica della città (Via dei Tribunali, ovvero il Decumano maggiore),la chiesa è uno dei luoghi simbolo della Napoli "gotica" e misteriosa. Nell'ipogeo della chiesa è difatti allocato uno degli ossari più noti e risalenti della città partenopea e centro di pratiche cultuali in onore dei defunti o delle anime del Purgatorio.
L'ingresso della chiesa, rialzato rispetto al piano stradale, è raggiungibile tramite due scalinate laterali, al di sotto delle quali si apre una finestra munita di grata, che fornisce luce ed aria ai locali sottarrenei.
Ai lati della grata, ciascuno in corrispondenza di una rampa di scale, due teschi, adagiati sulle rispettive tibie come nella più classica iconografia funeraria, simboleggiano ad un tempo la destinazione funzionale del luogo e le anime del purganti, incutendo rispetto e reverenza anche al più svagato dei turisti.
Ed invero sono ben pochi coloro che, addentratisi tra le affascinanti penombre di Via dei Tribunali, tralascino di soffermarsi almeno per qualche istante presso questo luogo tenebroso e ricco di fascino.
L'osservatore più attento poi non potrà fare a meno di notare come davanti alla grata gli abitanti della zona e le donne in particolare, non facciano mai mancare fiori freschi e lumini votivi, sebbene l'ossario sia in disuso almeno dall' 800 e la maggior parte delle spoglie ivi raccolte non abbia neppure un nome.
La cosa può in effetti apparire bizzarra a chi non conosca l'importanza del culto dei defunti e delle anime purganti nella cultura popolare napoletana. E' qualcosa di complesso da spiegare, qualcosa che ci riconduce indietro nel tempo, molto al di là dello stesso cristianesimo.
Le anime dei morti infatti nella concezione napoletana influiscono potentemente sull'esistenza dei vivi e vengono viste come entità spiritualii benevole o, più raramente, malevole, da onorare e rispettare ed a cui rivolgersi, all'incirca come si farebbe con un santo, per ottenere vere e proprie grazie (guarigioni da malattie o incidenti, incolumità per viaggiatori, marinai, pescatori, militari ecc., vincite al lotto o in concorsi ecc.).
La scesa nella cripta

Le ossa, ed il teschio in particolare, rappresentano appunto il tramite materiale per stabilire un contatto con tali entità ultraterrene, contatto che spesso si "realizza" nella forma del sogno, in cui l'anima appare al devoto rivelando la sua identità e chiedendo ulteriori preci e suffragi.
Da qui l'importanza degli ossari, in cui sono ammassati i resti di persone non identificate e/o di umili origini le cui anime sono più bisognose di "refrisco" ("arrefresca' l'anima re li muorti") ossia di preghiere per abbreviare il periodo di permanenza in Purgatorio.
In passato, ma pare ancora oggi, era molto radicata l'usanza di "adottare" un anima "pezzentella" ossia di scegliere un teschio e prendersene cura ed onorarlo onde ottenere la sospirata "grazia".
Ma il culto dei morti a Napoli non si ferma qui e questa tradizone ha dato vita a una serie di personaggi che in alcune zone sono ancora famosi e presi in considerazione.
cosiddetti "assistiti", sorta di sciamani capace di attingere ad una dimensione spirituale onirica od oltremondana.
Si tratta  di personaggi "toccati" dal dono, di non chiara origine divina o diabolica, di "addivinare" i numeri del lotto, attraverso visioni o facendo da tramite con le anime del Purgatorio.
L'assistito, in stato di trance, comunicava il più delle volte non direttamente i numeri bensì il contenuto di una visione ('o mistere), la quale andava poi interpretata attraverso "la smorfia" e tradotta in combinazioni giocabili.
Le visioni erano spesso indotte da sostanze capaci di alterare gli stati di coscienza, assunte sotto forma di pozione (detta "struccomacchio" o "strucchiomacchio") o per fumigazione.
Secondo la tradizione popolare, la preparazione di tali sostanze, prerogativa prettamente femminile, era affidata a vecchie "janare e 'ngiarme" che se ne tramandavano il segreto di generazione in generazione..Insomma incuriositi? non mi credete?Vi lascio una chicca e ..venite a trovarmi e vedremo insieme questa "misteriosa" Napoli ! ;-)


Info e prenotazioni tours e visite:
Dott. Fabio Comella
Tel  333/5605637
 DISCOVERING NAPOLI
www.campaniaguidedtours.com
Email : fabiocomella@alice.it

Se ti interessa questo articolo vedi anche: NAPOLI ESOTERICA

lunedì 31 gennaio 2011

LA REGGIA DI CARDITELLO.DUE ANNI DOPO...

Mi rende triste scivere questo post e mi fa anche rabbia a dir la verità..
Inaugurai questo blog nel 2009, prorpio parlando di Carditello e della sua apertura straordinaria durante il maggio regionale dei monumenti.http://fabiocomella.blogspot.com/2009/06/il-lavoro-nobilitail-real-sito-di.html
Allora collaboravo con l'associazione Siti Reali Onlus nella rivalutazione del sito e nella raccolta fondi per interventi di restauro.Ma evidentemente le cose non sono proseguite bene o qualcosa è andato storto!

La reggia nasce nel XVII° secolo come masseria per poi diventare dapprima real palazzina di caccia di Carlo III° di Borbone e poi una vera e propria reggia in cui oltre alle attività venatorie come la caccia si produceva dell'ottimo formaggio mozzarella,pane e quant'altro si possa produrre in una fattoria.
Con l'unità d'italia il sito passò in mano ai savoia che si adoperarono a trafugare e eliminare ogni ricordo della dinastia borbonica(emblematici sono parte degli affreschi staccati con le figure dei sovrani).Nel periodo bellico fu occupata dalle forze alleate fin quando non fu presa in gestione da un 'ente locale.
Gestione che per altro non ha dato i frutti sperati se si pensa che molti dei reperti e delle ricchezze sono state trafugati dalla reggia per far bella mostra nelle vile dei boss locali..
In questi ultimi due anni associazioni locali si sono adoperate per il rilancio del sito tramite eventi e raccolte fondi per i restauri "più urgenti" di cui il sito necessita.Purtroppo è notizia degli ultimi giorni la messa asta del sito in quanto l'ente che la teneva in affidamento grava di un debito di circa 50.000 000 di vecchie  lire verso il banco di Napoli.
Il problema è che essendo un'asta il sito potrebbe andare in mano a chiunque (compresa la malavita) e potrebbe perdere la sua funziona di sito storico artistico per esserne trasformato in qualcos'altro(anni fa si parlava di farne un'hotel)
Prima di lasciarvi alle foto dell'ennesimimo esempio di cattiva gestione dei nostri Beni Culturali, mi sorge una domanda e un dubbio..ma tutti i soldi raccolti per i restauri e la manutenzione che fine hanno fatto?a chi andranno se il sito fosse davvero acquistato da un privato??La risposta si sa..viaggerà su uno scaribarile..:-/














POSILLIPO E LA GROTTA DI SEIANO : IL PARCO ARCHEOLOGICO




Siete già stati a Napoli e volete vedere qualcosa di diverso? magari dopo avete voglia di farvi una paseggiate nel verde e perchè no se il clima lo consente di prendere un pò di sole in una delle più belle spiagge della città?
Allora sarò lieto di accompagnarvi in uno dei nuovi siti archeologi di recente apertura, la grotta di seiano a Posillipo.Una galleria di settecento settanta metri scavati nel sottosuolo. Antica di duemila anni  che ci condurrà all'interno del verde parco archeologico di Posillipo ove è ubicata la villa del patrizio romano Publio Vedio Pollione.

Ubicata in un paesaggio mozzafiato, la visita può essere abinata a un sigthseeing tour, ossia un giro panoramico della città con bus che termina nell'area archeologica dove inizierà la nostra visita a piedi.

Visite dal lunedì al Sabato

 Info & prenotazioni:
Dott. Fabio Comella,
EMAIL : fabiocomella@alice.it
TELEF. :   333/5605637333/5605637 

.




mercoledì 26 gennaio 2011

L'EREMO DEI CAMALDOLI DI NAPOLI




Quando nasce il nuovo ordine  camaldolese gli eremiti si insediano nei luoghi  più alti dove costruire i loro eremi Tali zone infatti prendono nome dall'ordine monastico chiamandosì così "Camaldoli"
L'eremo dei Camaldoli di napoli è una struttura cinquecentesca costruita su progetto dell'architetto Domenico Fontana ed è considerato uno  scrigno dell'arte barocca.
Da circa un anno propongo visite al monastero camaldolese, passeggiando dapprima in quel che fu un borgo medievale, nazareth, e  posando l’attenzione su ogni splendido dettaglio di un luogo da sempre votato alla meditazione e alla serenità, arrivando ad ammiraril tardo rinascimentale eremo e il bellissimo paesaggio che lo circonda.Per chi vuole poi si termina con un bel pranzetto in un ristorante convenzionato! ;-)

PS avete ancora voglia di continuare? non vi è bastato?beh allora è d'obbligo una bella passeggiatina al parco adiacente, immerso in un bosco di castagno!

Info e prenotazioni per visite guidate:
Dott. Fabio Comella.
Email: fabiocomella@alice.it
Tel.     333/5605.637

lunedì 24 gennaio 2011

I PINK FLOYD IN QUEL DI...POMPEI!

Tra le tante notizie che dò quando mi capita di lavorare a Pompei e che hanno un certo effetto sui turisti d'oltremanica ma anche d'oltreoceano è senz'altro il fatto che i pinkfloyd suonarono nel sito archeologico di pompei!

Si tratta di un concerto eseguito nell'anfiteatro,  in assenza del pubblico, con la sola presenza dello staff tecnico. Il video  girato dal registaAdrian Maben,  resta tuttora un passaggio memorabile della storia del rock, sia per l'esecuzione in uno spazio vuoto, sia per gli effetti audio-visivi utilizzati.

Inotre questo video rappresenta ormai un documento di come appariva l'edificio prima del parziale restauro.Enjoy your watch!

martedì 18 gennaio 2011

IL VULCANO VESUVIO

Tra le novità che mi piacerebbe introdurre nel mio blog in questo nuovo anno è la publicazione di qualche video.Vi ho gia detto infatti che la maggior parte verrano publicate sulla mia pagina facebook "visitare napoli"e riguardano per lo più la promozione del territorio.Qui invece vorrei inserire video diversi, magari meno famosi o più particolari come questo..Il vesuvio dal  79D.C. al 1944 ha eruttato 36 volte, ed eccovi qui una sequenza delle eruzioni durante i secoli ;-)

Fabio Comella guida turistica regione campania
DISCOVERING NAPOLI
Tours e visite guidate
www.campaniaguidedtours.com

venerdì 14 gennaio 2011

PASSEGGIATE TURISTICHE SU FACEBOOK

Per seguirmi anche su facebook vi ricordo la mia pagina chiamata "napoli passeggiate turistiche"


è qui infatti che di solito inserisco video, foto e curiosità della nostra bellissima regione! ;-)


mercoledì 12 gennaio 2011

PETIZIONE CONTRO LA GUIDA NAZIONALE

Purtroppo sembra che l'attuale governo non abbia ascoltato le nostre ragioni espresse durante la manifestazione di Firenze(vedi post di dicembre) ecco perchè chiediamo a voi tutti di firmare la seguente petizione:




http://www.firmiamo.it/no-alla-legge-per-l-istituzione-della-guida-nazionale "Firma anche tu contro l'istituzione della Guida Nazionale!!!"


                                     

venerdì 7 gennaio 2011

BILANCIO DEL 2010: Tra crociere, crolli e beghe mediatiche

Buon Giorno, buon pomeriggio o buona sera!Ma in ogni caso benvenuti nel primo post dell'anno del mio blog! :D
Il 2011 è arrivato ed è giunto il momento di tirare le somme di una stagione dal punto di vista lavorativa e quindi turistica che si è rivelata estrema mente entusiasmante quanto varia e..complessa!

Se devo parlare dal punto di vista personale, sono felice! :-) L'anno appena trascorso mi ha dato una buona continuità , iniziata a marzo con le visite guidate per le scuole e continuata dopo sia soprattutto attraverso la postazione passando per qualche servizio privato e finendo con  qualche crociera. Insomma meglio non mi poteva andare! E allora son tutte rose e fiori?non proprio..

Se infatti la stagione turistica è iniziata bene fin da marzo e per tutta l'estate, i mesi successivi sono stati caratterizzati da 1 calo di affluenza verso i nostri siti abbastanza notevole dovuto essenzialmente a fattori diversi:
Il primo è sicuramente l'emergenza spazzatura a Napoli  tamponata per poco pià di un'anno e ripresentatasi nelle strade del capoluogo partenopeo
L'emergenza inizia nell'estate del 2008 e assume subito toni drammatici a causa sia dell'immobilismo dell'allora governo Prodi che dei continui roghi di rifiuti nelle strade .é allarme e panico per il rischio sanitario legato alla sempre citata e mai dimenticata colera, e la new entry dossina.

Come da promesse elettorali Il nuovo capo dell'attuale governo, Berlusconi, risolve con "la sua  bacchetta magica" lo scempio che per mesi ha martoriato la nostra città  ormai rimasta vuota di presenze e colma di disdette da parte dei turisti.
Il 2009 sarà caratterizzato dagli strascichi della crisi rifiuti del 2008.
Il 2010 come detto invece parte subito bene per poi spegnersi verso la fine di ottobre quando si ripresentano i rifiuti per le strade ed è di nuovo un fuggi fuggi!
Nel mese di novembre invece è Pompei ad assuggersi protagonista delle cronache mediatiche di tutto il mondo.Il giorno sei infatti crolla la "Schola armaturarum" situata lungo la via dell'abbondanza cui maggiori notizie le trovate su questo link: http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/cronache/201011articoli/60215girata.asp
La notizia resta nell'etere e continuerà a girare tra i media ancora per diverse settimane e da un lato comporterà a ragione e a torto la querelle politica tra opposizione e maggioranza e da altro lato uno spauracchio nel visitare gli scavi causa il pericolo crolli..
Dico a torto perchè a mio parere ciò che è successo a Pompei non è altro che l'esempio più eclatante di quel che versa il nostro patrimonio storico artistico degradato dalla mancanza di risorse e investimenti.
Inoltre come aggiunge il collega e amico G.Leone, nella fattispecie del suddetto crollo non sono  da esludersi gli interventi di ammodernamento che hanno subito le domus di "Giulio Polibio" e dei "Casti amanti" (cui offrono proiezioni virtuali)da parte di aziende private..Tali interventi infatti avrebbero decretato un'effetto groviera sui terrapieni.
http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/lecce/notizie/cronaca/2010/10-novembre-2010/ridate-pompei-archeologi-1804140850848.shtml
A ragione perchè sicuramente l'attuale governo penalizza con continui tagli destinati alla cultura il nostro patrimonio non tenendo conto che un paese, che hai il 70% dell'intero patrimonio storico artistico dovrebbe e potrebbe vivere tranquillamente solo di turismo!
Della stessa opinione è anche un'altro mio amico,Tsao Cevoli presidente dell'associazione nazionale degli archeologi il quale si augura che il governo presti attenzione più alle cose concrete e ordinarie che quelle straordinarie e spettacolari.
http://www.terranews.it/news/2010/12/nuovi-crolli-pompei-cosi-il-sito-sta-morendo

 Nell'ultimo giorno, o forse meglio dire notte, del 2010 dobbiamo registrare purtroppo un' altro crollo, quello del tetto della chiesa dei gerolomini, gia fu infruibile  per più di 20 anni ai napoletani.. e ora chiusa di nuovo a causa di lanci di razzi dai balconi.ma questo forse è un'altro discorso..imputabile solamente all'ignoranza di certi cittadini..
Il 2011? Io credo che con la collaborazione di tutti sarà sicuramente migliore di questo scorcio passato del 2010!